s

Blog

Dalla bellezza brutale alla grandezza gotica: chi ha detto che i parcheggi non possono lasciarci senza fiato ?

Brutalist beauty to gothic grandeur; who says car parks can't be  breathtaking?

I parcheggi non rientrano certamente nella lista di quelli che vengono considerati dei begli edifici pubblici, ma in realtà sono davvero molti quelli che meritano uno sguardo più approfondito.

Lasciati all’iniziativa di architetti e desiners, i parcheggi si trasformano e diventando molto di più che semplici blocchi di cemento privi di anima.

Un teatro riconvertito a Detroit, un caleidoscopio a Lione; oggi i parcheggi non sono più semplicemente funzionali; sono una vera e propria esperienza architettonica.

Ecco a voi alcuni dei nostri preferiti:

1. Il parcheggio dell’Eureka Tower: Melbourne, Australia


Blocchi di cemento e mattoni sono generalmente riservati all’espressione di writers ed artisti di strada, raramente ai designers. Ma Emerystudio, ispirato dal lavoro dell’artista svizzero Felice Varini, ha completamente trasformato una cava grigia in un paradiso di colori. A partire da una certa angolatura, i conducenti possono vedere delle lettere sfilare pian piano, in modo da comporre le parole «entrata», «uscita », «salita » et «discesa». Un concetto semplice, ma dall’effetto geniale!

2. Il teatro di Michigan: Detroit, Etats-Unis


L’avrete forse intravisto nel film « 8 Mile » di Eminem, ma il Michigan Theatre ha una stroria ben più antica. Il grande teatro Rinascimentale ha aperto le porte nel 1926, proprio laddove sorgeva il garage in cui Henry Ford costruì la prima automobile. Non é stato demolito e nemmeno ristrutturato. E’ diventato invece uno dei parcheggi più spettacolari d’America.

3. Il Millennium Point: Birmingham, Regno Unito


Millennium Point: Birmingham, UK

Image source: Flickr/ Copyright © 2011 Elliott Brown. All Rights Reserved.

Il parcheggio Millenium Point, vincitore nel 2012 del British Parking Awards, illumina tutta la zona est di Birmingham, nel Regno Unito. Fu una delle prime strutture costruite durante il multimilionario progetto di rigenerazione dell’area. Pannelli installati a diverse angolazioni brillano del vivo blu turchese delle illuminazioni a neon, regalando al parcheggio un suggestivo effetto di "cubo di luce".

4. Il parcheggio di Welbeck Street: Londra. Regno Unito


Questo enorme complesso di diamanti di cemento fu costruito ad opera della catena Debenhams nel 1971 su Oxford Street, una delle più celebri vie londinesi. Parcheggiate la vostra auto o visitatelo finché possibile! A quanto pare, sarà a breve riconvertito in un hotel.

5. Il Parco dei Célestins: Lione, Francia



L’affascinante Parco dei Célestins, che ospita il Teatro di Lione, avrebbe tranquilamente potuto fare da scenario al film Matrix. Un particolare parcheggio dal design cilindrico, costruito nel 1944-45. La sua peculiarità e la sua suntuosità risiedono nello specchio rotante posizionato nella parte inferiore, che ridisegna la struttura in un gioco caleidoscopico.

6. Il parcheggio del 60 East Lake Street: Chicago, Stati Uniti

Concepito tra il 1984 e il 1986 dagli architetti Tigerman McCurry, questo parcheggio su 12 piani, situato nel cuore di Chigago, é tutt’altro che noioso. Al contrario, con le sue griglie di metallo cromate, lampade e tende da sole a forma di ruota, sembra quasi il parcheggio di una città giocattolo.

7. Il parcehggio Ballet Valet : Miami, Stati Uniti


Ballet Valet parking garage: Miami, USA

Image source: Flickr/ Copyright © 1996 Phillip Pessar. All rights reserved.

Cemento? Chi ha parlato di cemento? Il Ballet Valet parking nasce nel 1995 da una collaborazione tra la città di Miami e lo sviluppatore Tony Goldman. Qui i blocchi di cemento prendono vita, grazie alla vegetazione lussureggiante che si intereseca all’interno della struttura, rendendo la costruzione un tutt'uno con la natura e l’ambiente circostante.

8. Il parcheggio di Hoenheim Nord: Strasburgo, Francia


Concepita negli anni novanta dagli architetti di Zaha Hadid, la stazione di Hoenheim e il suo parcheggio sono stati costruiti per incitare i cittadini a pacheggiare le auto, a favore dell’utilizzo del tramway. Il tutto con attenzione alle esigenze di ognuno; automobili, tramway, ciclisti e pedoni condividono uno spazio comune, la segnaletica sul suolo e le illuminazioni a muro, suddivono quest’ultimo in diversi campi.

9. Il Cornerstone Square parking garage: Ohio, Stati Uniti


Cornerstone Square parking garage: Ohio, USA

Image source: Copyright © Eric Grohe Murals LLC

Ecco un altro grigiume trasformato in opera d’arte. E non un’opera d’arte qualsiasi: una splendida illusione ottica in 3D. Le facciate esterne del parcheggio hanno beneficiato del tocco artistico di Eric Grohe che ne ha realizato i murales « trompe l'œil » visibili su tutti i lati di questa struttura a 5 piani.

10. Il parcheggio Veranda: Rotterdam, Paesi Bassi


Il Parking Veranda é sicuramente in linea con la famosa architettura futuristica di Rotterdam. Il team di Paul de Ruiter ha perfettamente risposto alla sfida di risolvere il problema parcheggio nel quartiere Veranda di Rotterdam. L’obiettivo era quello di accogliere 630 veicoli, negozi e ristoranti, il tutto all’interno di un paesaggio urbano. Risultato? Un parco auto arieggiato naturalmente, che trasuda raffinatezza.

11. Il parcheggio QPark di Charles Street: Sheffield, Regno Unito


Q-Park Charles Street: Sheffield, UK

Image source: Copyright © Eric Grohe Murals LLC

Spigoloso e con angoli a vista, non c’é da stupirsi se gli abitanti di Sheffield denominano questo parcheggio la Grattugia. La struttura, progettata dagli architetti Allies and Morrison, è costituita da pannelli metallici sporgenti a diverse angolazioni. All’interno, una rampa a spirale conduce gli autisti verso i piani principli del parcheggio, accompagnandoli con una luce verde, riflessa in tutto l'edificio.

Vi stiamo cercando la soluzione migliore

Si prega di attendere...