Blog

Quanto é piccolo il « troppo piccolo » ? Quando parcheggiare è davvero un problema

auto in un parcheggio

Siete dell’idea che riuscire a parcheggiare in un posto auto sia oggi un’impresa quasi impossibile? Non avete tutti i torti. Se da un lato le automobili sul mercato sono sempre più grandi, dall’altro i parcheggi si ristringono a poco a poco ed i controlli edilizi ne limitano la dimensione.

Negli ultimi anni le nostre automobili sono diventate sempre più spaziose, la loro taglia é addirittura aumentata del 25% rispetto al periodo in cui sono stati progettati la maggior parte dei nostri parcheggi. A questo fattore bisogna aggiungere anche quello dei piani regolatori urbanistici, secondo i quali la taglia dei posti auto é rimasta ferma agli anni Novanta, anni in cui le automoli erano certamente meno spaziose.

Uno studio portato avanti dal Daily Mail, in collaborazione con Halfords e gli esperti in verniciature d’avangurdia G3-Pro, ha rivelato che la BMW Serie 3 é più larga di 20 cm rispetto al modello originale del 1975. La Golf Volkswagen originariamente larga 1.6m, misura oggi 1.8m – dimensione che ne rende certamente più difficile il parcheggio, soprattutto ladovve i posti auto sono davvero stretti.

Alle nuove dimensioni dei modelli classici, bisogna sicuramente aggiungere l’esplosione di vendite dei fuoristrada 4X4 – e di conseguenza la difficoltà nel parcheggiare in posti auto ormai minuscoli…

In definitiva, i parcheggi non si sono adeguati alle nuove dimensioni delle nostre auto. Restano comunque differenze importanti da nazione a nazione, alcuni paesi sono infatti più generosi di altri sul tema della salvaguardia di specchietti retrovisori !

I limiti di spazio per i parcheggi in Francia sono di 2.2m per 2.3m, mentre nel Regno Unito é raccomandato parcheggiare l’auto in uno spazio di 1.8m di larghezza. Queste norme stanno diventando progressivamente meno rigide; visto che 1.8m é ormai la larghezza di una Golf di ultima generazione…. sarebbe un tantino difficile rientrare in uno spazio tanto limitato !

Stando a quello che dicono i giornali, in futuro avremo sempre più bisogno di spazio. La città di Milton Keynes nel Regno Unito ha fatto notizia per aver annunciato il progetto di voler ridurre la dimensione di 5000 posti auto all’interno di un centro commerciale, per dare spazio ad ulteriori 235 posti auto. Il costo di questa operazione? 1277 £ per posto auto.

Nel frattempo, a Newbury, sempre nel Regno Unito, 142 proprietari di motociclette sono stati multati per aver parcheggiato al di fuori dei limiti dei posti auto. L’architetto in pensione Stan Green che ha preso a cuore la questione – ha percorso l’intera città, parcheggio per parcheggio, scoprendo che più del 90% di questi erano in realtà più piccoli di quanto dichiarato.

Posto auto libero

EuroTest, un gruppo di 18 club automobilistici europei, ha effettuato uno studio a 360 gradi sul tema parcheggi. Ne é risultato che é la Spagna a detenere il primato di posti auto più piccoli in Europa.

Come riporta il The Local, una rivista spagnola, i piani regolatori di Barcelona insistono sul voler stabilire una larghezza di almeno 2.5m per accogliere le automobili di ultima generazione. Al tempo stesso, una tale espansione metterebbe una forte pressione sui gestori dei parcheggi e soprattutto sui loro utilizzatori.

Negli Stati Uniti invece, i posti auto sono chiaramente piu spaziosi. Uno studio effettuato da Reidsteel afferma che da Dallas al Texas i posti auto misurano 2.6m di larghezza. Non c’é da stuipirsi che tutto sia ovviamente più grande nel paese della dismisura!

Condurre una grossa automobile in Europa non é un’impresa facile.

Lo studio di Halfords/ G3 Pro ha rivelato che piu di 10 milioni di proprietari di grandi vetture inglesi hanno subito graffi sui loro veicoli, e questo soprattutto nei parcheggi, danni che comportano nello specifico una media di 500 milioni di Sterline l’anno in spese di verniciatura.

Le portiere sono le piu danneggiate – rappresentando da sole la metà dei danni. Seguono chiaramente i paraurti (14%) e gli specchietti laterali (13%).

Ma perché le automobili sono sempre più larghe? Bisogna ammetterlo, la colpa principale é proprio la nostra. Le nostre abitudini alimentari più ricche (e spesso meno sane) ci rendono sempre più alti e più grassi. Le piccole automobili degli anni Sessanta e Settanta sono oggi davvero troppo strette per noi. A cio’ si aggiunge la nostra sempre più implacabile esigenza di comfort.

E bisogna fare anche i conti con l’aumento delle norme europee in merito. Le regole moderne stabiliscono infatti che il cofano e la carrozzeria delle vetture siano modificati per lasciare più spazio al motore. Inoltre le automobili sono diventate più pesanti rispetto al passato, grazie alle loro strutture maggiormente solide.

Se da un lato aumentano i consumatori che desiderano vetture sempre più grandi, dall’altro sono in continua crescita quelli che scelgono delle city cars.

Piccola automobile in un parcheggio stretto

Questa tendenza incita numerosi gestori di parcheggi a concepire posti auto più compatti a beneficio di un maggior numero di veicoli, spingendo gli automobilisti ad optare per modelli più economici e dal consumo inferiore.

E anche l’evoluzione tecnologica fa la sua parte. Sensori, telecamere, idroguida e parcheggio assistito rendono il parcheggiare un gioco da ragazzi, riducendo danni e graffi sulle proprie, e soprattutto sulle vetture altrui!

I costruttori automobilistici non sono i soli a tenere a cuore la questione. Applicazioni mobile e parcheggi automatici sofisticati ai livelli di fantascienza trasformeranno il futuro dei parcheggi.

Per ora, non ci resta che continuare ad avere mille occhi durante le manovre, o andare a parcheggiare in Texas !

Vi stiamo cercando la soluzione migliore

Si prega di attendere...